Elena petrioli Guarda Firenze

ELENA PETRIOLI,  LA GUIDA TURISTICA CHE  INTRATTIENE CON LA CULTURA

Tour classici e danteschi, la passione per l’arte e per la scrittura, un blog e tanti sorrisi

Elena Petrioli è una guida turistica fiorentina. Dal 1998 racconta le meraviglie artistiche di Firenze, città che l’ha vista nascere e crescere. Porta con sé sempre un gran sorriso. La sua allegria ha contagiato anche me. Abbiamo fatto quattro chiacchiere, un pomeriggio d’autunno, dopo il tramonto. Peccato, il sole non ha ascoltato la sua storia. 

Elena Petrioli, l’inizio della sua storia

Da piccola sognava di fare l’hostess di volo. «Sono diventata guida turistica nel 1998 con l’ultimo concorso pubblico – spiega -.  C’era una guida che veniva sempre a prendere il caffè nel mio stesso bar. Un giorno mi parlò del concorso. All’epoca già lavoravo, aiutando un’amica in un negozio. Le cose che succedono per caso, secondo me, sono le migliori». Le confesso che sono d’accordo. «Il sindacato, al quale sono stata legata fino al 2013, organizzò un corso di preparazione all’esame. Frequentai le lezioni a Palazzo Borghese. Dopo la gavetta iniziai a lavorare».

La ascolto affascinata e le chiedo come si sviluppa un suo tour. «Quando lavoro per il tour operator, faccio un giro standard: Duomo, Ponte Vecchio, piazza della Signoria, Santa Croce. Vengo pagata per intrattenere le persone con la cultura». E siccome sono curiosa di natura, le domando qual è l’aneddoto che apprezzano di più i turisti. «Lavoro prevalentemente con gli americani. Loro amano tantissimo il David di Michelangelo. Ma la storia che preferisco raccontare è la costruzione della Cupola del Brunelleschi». 

Nel 2013 ha fondato con alcune colleghe “See Florence”; un gruppo di guide turistiche che organizza visite guidate per famiglie e coppie. «Un mio amico mi disse ‘Fai sempre tutto sul serio, senza mai prenderti troppo sul serio’ – dice -. Questo consiglio è diventato la mia filosofia di vita».

Guarda Firenze”, il blog che racconta la città con gli occhi dell’amore

Elena ha la passione per la scrittura. «Guarda Firenze è nato nel 2020. Il titolo è la traduzione di See Florence. Nel 2020 ho scritto 75 articoli e fatto un corso di copywriting. Guardo Firenze con gli occhi di una guida e con quelli dell’amore».

Gli articoli del blog sono suddivisi in settori: arte, storia, eventi culturali e antichi mestieri. Nella sezione “Resilienza Rosa”, ci sono poi interviste a donne che lavorano e vivono a Firenze. E non mancano le rubriche fisse: il lunedì, il mercoledì e il venerdì.

di Michela Micheli per Edera Online

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *