Cosa accomuna un artista di strada, una speaker radiofonica e la redazione di Edera? Se siete stati a EderaDay lo sapete già. Se non ci siete venuti avete perso un pomeriggio strepitoso, ma almeno la risposta possiamo darvela noi: la passione per la comunicazione. Declinata e intesa in tutte le sue sfumature: scritta, orale, non verbale, fatta di gesti o di sguardi, di parole e di silenzi, di sorrisi e di musica.

EderaDay, ovvero il primo evento non serale organizzato dal team che cura questa rivista, ha invaso lo Student Hotel di Firenze, con tanti personaggi che dopo essere stati ospitati “su carta” con articoli e interviste, sono venuti a raccontarci la loro storia di persona. Ecco allora il mimo Grey Luigi Benassai, la voce di Rds Giuditta Arecco aiutata da Gabriele Giambalvo di GangaRadio, Andrea Mucci di #Mollaloscivolo, le donne di Firenze in Rosa Onlus e delle Florence Dragon Lady. E poi ci sono stati i veri ospiti, cioè voi lettori, che oltre a vedere e ascoltare, sono coinvolti direttamente fra prove radiofoniche e sketch divertenti. Perché si possono avere un sacco di messaggi diversi da dare e si possono usare strumenti e modi differenti. Ma l’importante, almeno per noi di Edera, è avere voglia di condividerli e di comunicare. E ne riparleremo presto: al prossimo EderaDay!

Lisa Ciardi