Oggi più che mai abbiamo bisogno di modelli. Di simboli positivi che ci indichino la strada. Che ci aiutino a resistere adesso e a ripartire appena possibile.
Ogni città ha le sue icone. A Firenze, che di grandi uomini ne ha avuti tanti, una è Davide Astori. Uno dei volti puliti del calcio italiano. Un Capitano che in poco tempo è riuscito ad arrivare dritto al cuore dei tifosi e della città intera. Per quella sua semplicità da bravo ragazzo, per la disponibilità che sapeva regalare nonostante il ruolo e la fama. Per l’empatia che univa alla leadership.
E Firenze, che fatica sempre tanto a trovare modelli alla sua altezza, lo ha saputo subito riconoscere. E gli ha reso il giusto onore in vita e poi quando la morte ne ha come cristallizzato il valore, rendendolo ancor più un ideale da non dimenticare.
Oggi quel sentimento continua a resistere e, anzi, a rafforzarsi. Non a caso in via Canova 166 nascerà un murale che colorerà un’intera facciata col volto del Capitano. Tutti sono stati chiamati a contribuire perché il tributo sia davvero collettivo. I cittadini potranno farlo cercando #unMuraleperDavideAstori sulla piattaforma GoFundMe (clicca qui) oppure effettuando direttamente un bonifico sul conto Chianti Banca intestato a Fondazione Cure2Children (Iban IT85L0867321400040000403828 causale: Murale Astori).
Anche Edera farà la sua parte collaborando a far conoscere l’evento e a raccontare la nascita di quest’opera d’arte in un video. Perché anche la memoria, proprio come la cultura, cresce ovunque. Anche sulle pareti della nostra città.

di Lisa Ciardi

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *