Antico Vinaio Tommy

Origini e successo della schiacciata con una storia lunga 100 anni

“Bada come la fuma”: lo slogan che ha conquistato l’Italia e New York

Il giovane imprenditore fiorentino Tommaso Mazzanti ha aperto il suo locale “All’Antico Vinaio” a Times Square, NY: “C’è coda anche a New York”. E avete mai visto Joe Bastianch dire “Bada come la fuma?”

Schiacciate farcite, sapori toscani, prodotti ricercati e in continua evoluzione: tutto questo si può riassumere in un locale: “All’Antico Vinaio”. In via de’ Neri, a Firenze, è ormai un monumento da visitare accanto al Duomo e al Ponte Vecchio. Nel 2014 è stato premiato come il locale più recensito al mondo e, recentemente, ha detenuto il record di followers su Instagram superiore a McDonald’s

Una storia partita nel 1950

Quando una famiglia fiorentina prese in gestione l’attività, poi rilevata nel 1999 dalla famiglia Mazzanti che la chiamò ‘All’Antico vinaio’. Oggi, la tradizione continua con Tommaso Mazzanti

«Sono nato nel 1988 a Bagno a Ripoli e, già a 16 anni, data la mia scarsa propensione allo studio, ho cominciato a lavorare con i miei. A 17 sono entrato in maniera fissa nel negozio con il sogno di portare il nome dell’Antico Vinaio ovunque. Era difficile, perché allora ci si spostava di meno e non c’erano i social. All’inizio ha inciso il passaparola, ma anche Trip Advisor. I social hanno poi ampliato la notorietà del locale. Ho capito che poteva decollare nel 2013, quando mi hanno detto che era il più recensito al mondo. Un grosso step è stato il primo pop up a New York, sold out ancora prima di aprire, e poi il secondo a Hollywood. Sono stato lì grazie alla collaborazione e all’amicizia con Joe Bastianich. E a New York ho cominciato a progettare l’apertura di Milano».

Che è avvenuta a giugno 2020, in piena pandemia. 

«Quando è scoppiato il Covid, ho pensato che fosse folle aprire a Milano, ma niente mi ha fermato. E quando abbiamo aperto, a giugno, è andato tutto bene. Anzi, paradossalmente, il periodo in cui abbiamo chiuso, causa restrizioni, è stato positivo: ho passato molto tempo in famiglia e, per la prima volta, mi son sentito chiamare ‘babbo’ da mio figlio. Indimenticabile! Quando abbiamo riaperto, abbiamo fatto dei numeri fuori controllo».

Un locale piccolo, senza salette interne, tavolini o panchine. Come mai?

«Molti mi chiedono perché non amplio o non creo delle salette, ma non sarebbe più “All’antico Vinaio”! Ho voluto mantenere lo stesso stile di street food nelle varie sedi, perché ormai è un marchio di fabbrica».

Il locale è noto anche per il celebre slogan ‘Bada come la fuma’. Una frase che, in un video su TikTok ha raggiunto 25 milioni di views.

«Un giorno, mentre postavo un video, mi venne questa frase. Nei commenti la gente la ripeteva a oltranza: lì ho capito che funzionava. E oggi mi calza talmente a pennello che, quando mi fermano per strada, mi chiamano ‘bada come la fuma’….

Nei primi anni di ascesa del locale, 2012/13, mi ripetevano ‘vabbè facile, è su Trip Advisor’, poi ‘avrà comprato le recensioni’. In realtà, ho sempre lavorato facendo panini di qualità ed è questo il nostro segreto».

Non solo storia ma anche innovazione. Il Vinaio riadatta le sue schiacciate con nuovi ingredienti.

«Nascono “a bischero”, a caso. Una grossa mano me la dà mia moglie. Le creazioni le invento io, però poi devo farle approvare sempre ai miei ragazzi». 

di Maria Bruno per Edera Online

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *